Accesso ai servizi

Venerdì, 19 Febbraio 2021

Fondo Sociale 2021



Fondo Sociale 2021


Vedi anche: https://www.cit-torino.it/servizio/fondo-sociale/

[fonte: www.cit-torino.it]
 

Hanno il titolo a presentare la richiesta gli assegnatari con Isee 2021 non superiore a € 6.398,75, che hanno pagato la quota minima, in scadenza il 30/4/2021

Il 23/2/2021 aprirà lo Sportello Fondo Sociale 2021, anno di canone 2020.
Il CIT promuove la possibilità di presentare la domanda con semplice e-mail, in alternativa al classico appuntamento “in presenza”:

con e-mail

La documentazione deve essere inviata a fondosociale@cit-torino.it
corredata da documento di assegnatario e delegato. I documenti devono essere preferibilmente in formato [.pdf].
Nel caso di documentazione incompleta, il CIT provvederà a inoltrare una e-mail di risposta alla e-mail pervenuta, con l’indicazione dei documenti mancanti. Le e-mail incomplete non saranno ammesse alla richiesta, fintanto che non saranno completate con i documenti mancanti.
Per le e-mail complete, il CIT provvederà a trasmettere, in risposta alla e-mail pervenuta, la ricevuta che attesta il buon esito della richiesta.

 

su appuntamento

La documentazione deve essere presentata allo Sportello presso la sede di Via Orvieto 1 (TO), esclusivamente su appuntamento da concordare al 011011.32290 – 32293, nell’orario di funzionamento degli uffici.
L’appuntamento può essere chiesto anche scrivendo a fondosociale@cit-torino.it
Con l’indicazione di nominativo e telefono del richiedente.
Per una misura di maggior salvaguardia, è richiesta la presentazione dei documenti già in copia.
I documenti richiesti sono i soliti: ISEE 2021, documenti reddituali 2020 (CUD 20, Unico 20,
reddito di cittadinanza, Naspi, invalidità, ecc), documento d’identità di assegnatario/delegato.
Ricordo che hanno il titolo a presentare la richiesta gli assegnatari con Isee 2021 non superiore a
€ 6.398,75, che hanno pagato la quota minima, in scadenza il 30/4/2021.
CUD o 730 relativi ai redditi del nucleo percepiti nel 2019.
 
Possono accedere al fondo sociale regionale gli inquilini assegnatari di alloggi di edilizia sociale in condizione di morosità incolpevole, cioè coloro i quali, per cause indipendenti dalla loro volontà, non sono riusciti a far fronte a tutte le spese previste dalle bollette.    Gli assegnatari che possiedono i requisiti - indicatore ISEE non superiore a una certa soglia e pagamento della quota minima entro l'anno a cui si riferiscono le bollette - devono produrre la documentazione necessaria e presentare istanza entro i termini prestabiliti al fine di ottenere il fondo sociale.   Se si possiedono i requisiti, il contributo economico, concesso dalla Regione Piemonte a parziale copertura delle bollette non pagate, viene erogato entro l'anno successivo alla richiesta.